Randagismo: La Presidente Vallelunga RPI risponde alla Senatrice Russo M5S

La Senatrice  Russo M5S aveva commentato sulla pagina Fb della Presidente RPI Vallelunga in merito al Randagismo ed alla vicenda che ha visto coinvolto il Volpino Milo sbranato da un PitBull.
Risposta della Presidente Vallelunga:
 
Gent.le Senatrice Russo Loredana,
 
sono onorata che l altro giorno Lei sia venuta a pubblicizzare un suo post sulla mia bacheca…a quanto pare la storia del piccolo volpino Milo (appartenente ad una famiglia molto amata di Termini Imerese che purtroppo improvvisamente ha perso il suo adorato cagnolino per colpa di un Pitbull (che non ho ancora capito se è un randagio o se è di proprietà di qualcuno …,) ha colpito tutti.
 
Personalmente non ne avevo fatto un caso politico ma umano esortando che qualche giornale a parlarne e sperando che i proprietari facessero denuncia per non essere complice “ delle solite frasii di rassegnazione del popolo .. del tipo é un randagio perché alla fine questa atrocità sarebbe finita senza colpevoli…invece le colpe ci sono eccome e sono ben chiare e riguardano o il proprietario qualora il Pitbull appartenga a qualcuno.. o delle istituzioni ( Comune /Regione /Ministeri ) se il Pitbull è un randagio….la denuncia che hanno fatto,certamente darà risposte….
 
Gentile Senatrice,Lei ha commentato dando delle informazioni ai cittadini, ma dal momento che le ho trovate” lncomplete ” ( lo dico con rispetto della Sua carica istituzionale), in qualità di presidente del Partito “Rinnovamento per l’Italia” e di ex candidata Sindaco di Termini Imerese mi permetto di dare altre informazioni che meglio chiariranno la complicata questione del randagismo
 
Il problema randagismo come ben sa non riguarda solo Termini Imerese ma la Sicilia ( e l ‘Italia intera )… la Legge sull’argomento in tutela della popolazione e degli stessi animali , non deve ancora “essere inventata”ma la Legge in materia di randagismo esiste già da ann e precisamente dal 1991, prevedeva già anche la sterilizzazione dei randagi, pertanto nelle Sue parole non ho trovato nulla di nuovo… essendo tutto già normato anzi, forse il suo commento mi ha dato una nota di preoccupazione in quanto non ho capito se vuole sterilizzare tutti i cani a tappeto cosa che mi preoccuperebbe o solo i randagi …
 
Quando mi sono candidata alla posizione di Sindaco di Termini, mia premura era stata documentarmi su tutto cio che avrei dovuto amministrare incluso i canili…. pertanto ho ben chiara la Legge in materia di randagismo. …I Ministeri competenti con proprio decreto devono ripartire annualmente tra le regioni i fondi per tale scopo e le regioni poi devono realizzare un piano in merito al fenomeno dei randagi ed elargire ai Comuni in base ai fabbisogni (su base numerica) tali fondi per la realizzazione dei canili per le spese della sterilizzazione dei randagi per la gestione del registro anagrafe dei randagi etc…

 
Ad oggi sugli elenchi del Ministero competente quasi tutte le regioni hanno un dato ufficiale di numero di randagi sul territorio… la Sicilia è l unica che non ha tale dato in elenco, quindi è come se non si sapesse (solo in Sicilia) quanti randagi esistono in Sicilia e di conseguenza a Termini Imerese…Sembra non ci siano dati, non si sa se gli amici a quattro zampe sono stati censiti o se solo non sono stati comunicati al Ministero, questa informazione dovrebbe fornirmela il Ministero con il quale sono in contatto da giorni… ma certamente il dato pubblico manca mentre tutte le altre regioni hanno quantomeno un dato approssimativo di randagi ( cani gatti etc) la sicilia NO… strano che nessuno neanche i Vostri eletti ( Consiglieri comunali, regionali ) a quanto mi è dato sapere ,abbiano mai fornito dati o fatto caso a questo problema anche perché nelle loro funzioni avrebbero dovuto già conoscerle quanti randagi ci sono nel territorio siciliano…politicamente parlando avrebbero dovuto documentarsi negli anni passati invece non leggo dati…
 
Stando alle mie informazioni , tutti gli anni sono stati stanziati alla Regione Sicilia i fondi per il Randagismo…e nell’ultimo anno(2019 ), credo ne siano stati erogati intorno 145 mila euro ….mi chiedo quanti ne sono stati assegnati a Termini Imerese ogni anno dal 1991? e di questi 145.00euro?
 
A mio parere, ila mal gestione del randagismo, nasce dalla mancata capacità di alcuni Consiglieri comunali e Sindaci di dare risposte. Maggioranza e opposizione in Sicilia o non conoscono le leggi oppure fanno orecchie da mercante in quanto, tutti i partiti, incluso il Vs movimento hanno avuto eletti presso le istituzioni regionali , nazionali ed europee. (e questo non da 1 anno, ma da anni.)… e la regione Sicilia ben conosce le direttive in materia, ma quanti soldi arrivano ai singoli comuni compreso Termini Imerese… questo lei potrebbe saperlo meglio di me…, Anche Voi da anni siete presenti nelle istituzioni sia al Governo nazionale che alla Regione sicilia pertanto Le chiedo, come mai il Canile di Termini Imerese ancora è gestito solo da un “anima Pia” che dedica la sua vita ai cani che è Laura Muriella? Laura cerca di chiedere attenzione per i cani ma la politica cosa ha fatto??? cosa sta facendo? perchè tanti altri canili siciliani si trovano ancora in pessime condizioni? Dove sono finiti i fondi erogati dallo Stato alla Regione? Quali Comuni ne hanno beneficiato? e in che misura? sino alle Legge di stabilità e quindi sino al 2015-2017 i fondi sono stati stanziati.. e sembrerebbe siano stati stanziati anche quest anno, (anche se ho il dubbio che questa volta li abbia stanziati un Ministero non competente… ma di questo dovrò accertarmene…) però la domanda è solo una a prescindere dal Ministero che li stanzia,… dove sono finiti i soldi stanziati dallo Stato alla Regione Sicilia per il randagismo e la programmazione?
 
ecco gentile Senatrice, si possono fare racconti ammalianti ai cittadini elettori specialità peraltro di alcuni partiti e movimenti abituati ad ammaliare con promesse vane… ma dalla verità non si puo scappare.. e io amo la verità…pertanto queste sono le domande alle quali mi piacerebbe Lei fornisse una risposta ai Termitani, e vista la sua posizione di rappresentante dei Siciliani direi sarebbe opportuno darla alla Sicilia intera anche perché Lei parla di protocollo tra ASP e Comune e mi chiedo in nome della trasparenza ( che a Voi stava tanto cara )cosa è stato siglato in questo protocollo tra Asp e Comune? Chi risponderò di atti violenti di randagismo ?Sono stati stanziati dei soldi all ASP ?perchè ad oggi, a Termini si verificano episodi di questa gravità? cosaè stato o non è stato fatto in un anno di accordo siglato? Se ad oggi la Sicilia è l’unica Regione che non fornisce dati certi suol numero dei randagi al Ministero quale è la motivazione ? non sono ad oggi disponibili i dati del numero di randagi della Sicilia e comunque non risulta un’anagrafe dei randagi o risulta e i dati inseriti poi non vengono inviati al Ministero?Ho tante domande e al momento nessuna risposta se non quella fornite dalla mia immaginazione ( come i tanti lettori )e l unica cosa certa è che il piccolo Milo è stato sbranato causando dolore profondo a Tanti termitani e che ad oggi c è un cane uno dei tanti sparsi per la città forse randagio che potrebbe uccidere o avere già ucciso altri Milo ….spero che i proprietari costituiranno l associazione per non dimenticare e salvare altri amici a 4 zampe. E ovviamente per lasciare sempre vivo il ricordo di Milo…
Presidente RPI  Vallelunga  
 
 
 
 

RPI rimarca la sua autonomia e la sua lontananza dalla destra.

Ormai è davanti agli occhi di tutti, la destra sociale è scomparsa ed è stata rimpiazzata dalla Lega Salviniana, una forza politica nata per dividere il Paese poi trasformata ad arte per interesse politico elettivo in una formazione di Destra alla quale anche la Meloni con FDI si è allineata. Se questa è la destra nazionale NOI non centriamo nulla, una politica nazionale contro l’immigrazione clandestina senza preoccuparsi dell’aspetto sociale, umanitario all’insegna del “non li facciamo entrare e basta” si arrangino, non è il fare di una destra sociale, ma di una destra estrema lontana da Rinnovamento per l’Italia. Noi rimarchiamo la nostra autonomia rispetto al centrodestra di Matteo Salvini, ci siamo sempre opposti alla sua politica quando paventava e promuoveva il Parlamento del nord e continuiamo ad opporci a politiche che sbandierano una destra che ormai non esiste più, quella attuale di Salvini di sociale non ha nulla nemmeno l’idea!

Rinnovamento per l’Italia nel rimarcare la propria autonomia promuove i valori centristi della sua Costituzione prendendo ufficialmente le distanza dalla politica scellerata del M5S/Lega e continua il suo percorso politico all’insegna del sociale e dei valori centristi fondamentali per il Partito.

Oggi Rinnovamento per l’Italia sostiene la Lista “DEMOCRAZIA DELLE LIBERTA'” aderendo alla Lista e promuovendo punti programmatici condivisi e nel rispetto della vita democratica si adopera congiuntamente a tutte le componenti di Democrazia delle Libertà ed eventuali alleati, sulla base di un accordo condiviso e siglato che chiamiamo Carta delle dignità!

La politica si evolve e cambia connotati da sinistra, centro e destra l’Italia si riforma dando vita a M5S, Lega, PD tutti al centro anche se ciascuno con le proprie differenze, anche noi siamo al centro ed anche noi siamo differenti ma ci distinguiamo perché RINNOVAMENTO PER L’ITALIA è SEMPRE stato RINNOVAMENTO PER L’ITALIA, non si è mai chiamato Lega Nord e trasformato in Lega, non si è mai chiamato Alleanza nazionale e trasformato in FDI, non si è mai detto non ci alleiamo con nessuno per dire una volta al potere ora ci alleiamo anche noi, non si è mai chiamato Ulivo per poi chiamarsi PD. Rinnovamento per l’Italia continua a portare la stessa denominazione di quando fu fondato perché a differenza di altri continua a promuovere le proprie idee mentre altri le cambiano per adattarle al momento nella ricerca del più ampio riscontro elettorale. Hanno sempre i media dalla loro che li incoronano vincitori ancor prima che si presentino le liste elettorali e si voti.

www.democraziadelleliberta.it

Democrazia delle Libertà: Il Dr. Traverso è il Portavoce per il Brasile

Comunicato stampa: Si comunica l’avvenuta nomina a Portavoce della Lista elettorale Italiana permanente “DEMOCRAZIA DELLE LIBERTA’ (DDL)” per il Brasile del Dr.. Antonio Graziano Traverso, conferita dal Portavoce Generale di DDL Mulino Francesco Maurizio sentito il parere della Portavoce politica della Lista e Presidente del Partito politico “Rinnovamento per l’Italia (RPI)” Graziella Vallelunga, RPI è soggetto politico che ha confermato la sua adesione alla Lista DDL. 
Il Dr. A. G. Traverso è l’anello di collegamento tra i Connazionali italiani residenti in Brasile, le Istituzioni Brasiliane e Democrazia delle libertà, rappresentando politicamente la Ns. realtà in Brasile, sia per quanto attiene i rapporti politici internazionali di sua competenza, sia per iniziative congiunte per la promozione della Pace, della Democrazia e delle Libertà, che per proporre misure ed iniziative volte a facilitare, semplificare la vita dei connazionali in Brasile.

Sono felice nell’accettare la nomina politica, dice: il neo Portavoce per il Brasile Antonio Graziano Traverso, mi attiverò con immediatezza, la mia prima proposta sarà proprio in favore dei connazionali, ho già rilevato, anche in prima persona, quali siano le principali problematiche che noi italiani in Brasile incontriamo ed è fondamentale affrontarle con proposte concrete.

Ad esempio l’esigenza di avere dei CAFeDI “Centro Assistenza fiscale e Documentale internazionale” accreditati presso l’Ambasciata italiana che potrebbero nascere in varie località in Brasile ed essere un supporto eccezionale per lo snellimento della burocrazia ed evitare così che i connazionali debbano fare km, magari dormire in Hotel per le lunghe distanze, ed il relativo dispendio di denaro, oltre che dover attendere mesi ad esempio per il semplice rinnovo del Passaporto

Oppure  ridurre i tempi (12 anni) per richiesta per la Cittadinanza Italiane “Jus Sanguins”  tramite Consolato, che oggi danno modo, a persone o società non accreditate, di  istruire  pratiche in In Italia che purtroppo, più volte, si sono dimostrate delle vere e proprie truffe.   

Il Portavoce generale della Lista DDL Francesco Maurizio Mulino conferma che l’istituzione dei CAFeDI sarebbe un Modello di grande utilità per i nostri connazionali, non solo in Brasile, ma per tutti gli italiani all’estero, un Modello ripetibile, socialmente importante che può svilupparsi non solo attraverso l’azione del Ministero degli Esteri italiano, che può sancirne l’attività in forma ufficiale, ma anche nell’ottica di possibili accordi internazionali di reciprocità.

La Portavoce politica della Lista DDL e Presidente del Partito Rinnovamento per l’Italia Graziella Vallelunga conclude: auguro un caldo benvenuto al Dr. Antonio Graziano Traverso a nome mio, della Lista Democrazia delle Libertà nella sua interezza. Auspico che anche in altri settori si possa in un futuro prossimo sviluppare collaborazioni tra istituzioni, privati ed aziende a livello internazionale, penso ai tanti Porti, ad esempio, al traffico merci e passeggeri Italia/Brasile con percorsi semplificati, ricchi di scambi culturali ed all’insegna di una crescita non solo economica, ma sociale e culturale della quale e evidente che i nostri connazionali all’estero sono pilastri fondamentali .

COMUNICADO DE IMPRENSA
Comunicamos a nomeação como porta-voz da lista eleitoral italiana permanente “DEMOCRACIA DA LIBERDADE (DDL)” para o Brasil o Dr. Antonio Graziano Traverso, conferida pelo porta-voz da DDL Mulino Francesco Maurizio depois de ouvir a opinião do porta-voz político da Lista Presidente do partido político “Renovação para a Itália (RPI)” Graziella Vallelunga, RPI  um assunto político que confirmou sua adesão à Lista DDL..
O Dr. Antonio Traverso é um  dos compatriotas italianos residentes no Brasil, as instituições brasileiras e a Democracia das liberdades, representando politicamente a nossa  realidade no Brasil, tanto no que se refere às relações políticas internacionais de sua competência, como nas iniciativas conjuntas de promoção da Paz, Democracia e Liberdade, que propõem medidas e iniciativas que visam facilitar, simplificar a vida dos compatriotas no Brasil.

Estou feliz em aceitar a nomeação política fala o novo porta-voz brasileiro Antonio Graziano Traverso, a minha primeira proposta será precisamente a favor dos compatriotas,  que são os principais problemas que nós italianos temos encontrados  no Brasil abordá-las como propostas concretas.
Por exemplo, a necessidade de ter o CAFeDI “Centro Internacional de Assistência e Documentação Tributária” credenciado na Embaixada da Itália  poderia ser criado em vários locais do Brasil e ser um apoio  para diminuar  a burocracia e  evitar custos e tempo para simples renovação do passaporte.
Reduzir o tempo para a solicitação de cidadania italiana “Jus Sanguins”   que hoje sao gestidos por pessoas ou empresas não legalmente autorizadas para instruir práticas na Itália, evitando assim  que os compatriotas sejam enganados.
O porta-voz geral da Lista DDL Francesco Maurizio Mulino confirma que a instituiçao  do CAFeDI, seria um modelo muito útil para nossos compatriotas, não apenas no Brasil, mas para todos os italianos no exterior.

O porta-voz político da Lista DDL e Presidente do Partido Renovador para a Itália Graziella Vallelunga conclui: Seja bem vindo   Antonio Graziano Traverso por fazer  parte da Democracia da Liberdade.Espero seja possível num futuro próximo, desenvolver colaborações entre instituições privadas e empresas a nível internacional; exemplo  como o Brasil tem varios portos, fazer intercambio cultural e crescimento econômico.

www.democraziadelleliberta.it

www.rinnovamentoxlitalia.it

Global compact: Giorgia Meloni chiede aiuto?

Da non credere!
Il Pd, Leu, il Movimento 5 Stelle e la Lega votano contro la mozione di Fratelli d’Italia per dire NO al #GlobalCompact, il documento Onu che imporrà un’immigrazione senza limiti. Aiutatemi a diffondere quanto successo in Aula! pic.twitter.com/anzXb69BUJ— Giorgia Meloni ن (@GiorgiaMeloni) 19 dicembre 2018

Si è proprio da non credere! Giorgia Meloni chiede aiuto alla diffusione del voto favorevole al Global compact della Lega. Mulino: scarsa iniziativa di FDI ormai la posizione del Traditore Salvini si fa sempre più chiara… prima si allea con i 5Stelle al Governo del Paese facendo con loro addirittura un nuovo Programma di Governo, poi si inchina all’Europa accettandone i diktat, ancora tartassa i cittadini con la fatturazione elettronica e la inesistente politica economica e in Parlamento insieme agli altri boccia la Meloni con un voto sul Global compact in linea con PD, M5S ed altri. E’ l’unica cosa che riusciamo a fare noi di destra è chiedere su twitter la divulgazione del voto della Lega sul Global compact??? Da una destra nazionale ci si aspetta molto di più e personalmente mi aspetto molto di più anche dal Popolo italiano. A furia di tirarla va a finire che la corda si spezza!!

Il Segretario Mulino: Italia… con Salvini e Di Maio nazione alla deriva.

Grazie ai Governi precedenti ed a quello attuale ci ritroviamo in una Italia alla deriva, le aziende distrutte dalla tassazione accumulano debiti con lo Stato, qualcuno la chiama evasione…. @matteosalvinimi e @luigidimaio porteranno gli italiani ad indossare “GILET GIALLI” pic.twitter.com/EUjf6GC3e1— RinnovamentoxlItalia (@RinnovamentoRPI) 20 dicembre 2018


https://www.facebook.com/100000938617304/posts/2407426009298663/ …
it Italiano
X