Roma: Raggi sgombra sede politica. Abuso di potere? Sezione storica MSI non FDI. Meloni cantastorie?

Roma. Raggi sgombera per morosità sede storica di Fdi. Meloni: è il peggior sindaco della storia, così intitola RAI News in un articolo.

Facciamoci qualche domanda:

  1. Con quale autorità il Sindaco di Roma Virginia Raggi fa chiudere una sede politica?
  2. Un Magistrato ha emesso l’ordine di sfratto di una sede politica? se affermativo… a che Partito è aderente il Magistrato?
  3. La sede politica MSI (ex Movimento Sociale Italiano) è in uso dal 1946 ha contratto scaduto che attende rinnovo oppure decorsi i termini di legge il rinnovo è tacito?
  4. E’ stato chiesto ad FDI che eventualmente è subentrata il pagamento di una somma specifica?
  5. Nel 1946 MSI quanto pagava di affitto(in lire) è stata fatta rivalutazione alla scadenza del contratto o altro che indichi l’importo che FDI deve pagare?
  6. Il Comune ha provveduto a tutti gli adempimenti necessari allo sfratto di una associazione (società) oppure no?
  7. Si è tenuto conto che trattasi di una sede politica e che pertanto lo sfratto poteva avvenire con specifica ordinanza del Magistrato a seguito dei tentativi conciliatori e dell’indispensabile audizione della parte (Meloni)?
  8. Come ha fatto la Meloni ad ottenere la sede storica romana del MSI? con atto pubblico?

In ogni caso è vero che la Meloni ha subito lo sfratto oppure è solo propaganda politica concordata? Ha noi di Rinnovamento per l’Italia, che non abbiamo nulla a che spartire ne con il M5S ne ad oggi con FDI, ci sembra che la Sindaca Raggi (qualora fosse vero lo sfratto) si sia fatta prendere troppo la mano… la golosità di sfrattare FDI (a prescindere) è l’ennesimo scivolone dei Grillini che ancora una volta evidenziano il loro non saper fare e la loro vicinanza più che hai cittadini alla politica autoritarista Renziana.  Alla Meloni un bocca al lupo  per tutti i ricorsi che dovrà fare per la sede storica MSI.

La Presidente Graziella Vallelunga (Paola)

Il Segretario politico Francesco Maurizio Mulino

Lascia un commento

it Italiano
X