Il Segretario politico Mulino su twitter: Salvini smettila di fare quello che porta pazienza

#Salvini smettila di fare quello che porta pazienza perché quest’ultima in politica si traduce in strategia. Ma non ti pare che partiti e leader di #centrodestra si siano prostrati fin troppo ai piedi del #M5S , sarà il caso di dargli un meritato vaffa e tornare al voto?

Voto connection – Rinnovamento per l’Italia scrive al Sindaco Giunta

LETTERA APERTA AL SINDACO FRANCESCO GIUNTA

Caro Sindaco Francesco Giunta, in data 31 luglio 2017, come ben sa, come candidata al Consiglio Comunale ho presentato Ricorso al TAR Palermo, chiedendo l’annullamento delle elezioni di Termini Imerese dell’11 e 25 giugno 2017, con un Ricorso motivato per

Read moreVoto connection – Rinnovamento per l’Italia scrive al Sindaco Giunta

Rinnovamento per l’Italia voto Elezioni 2018 – Di Maio, Salvini, Grillo, Di Battista e Fico votano nell’urna “illegale”

Ormai l’esito del voto, delle elezioni politiche nazionali 2018 è stato pubblicato, gli eletti si sono insediati e i Presidenti di Camera e Senato sono stati eletti, ma cerchiamo di vedere quello che è successo nella fase elettiva e poi daremo spazio al nostro pensiero politico e “non solo”.

Fatti:

Il giorno delle votazioni anche noi di Rinnovamento per l’Italia “Sostenitori D’Italia” come ci piace etichettarci, come gran parte dei cittadini ci siamo recati ai seggi elettorali per andare a votare , e abbiamo appreso da più fronti che come in passato  e come da noi più volte evidenziato , molte URNE in giro per l ‘Italia non erano suggellate e quindi le elezioni dovrebbero venire annullate in quanto alcune di esse potrebbero contenere all’ interno schede “manipolate” o peggio votate  a piacimento da chi potrebbe con qualche abile giochetto alterare il  risultato elettorale  .

Abbiamo verificato  direttamente recandoci  in una sezione elettorale milanese dove  abbiamo constatato

Read moreRinnovamento per l’Italia voto Elezioni 2018 – Di Maio, Salvini, Grillo, Di Battista e Fico votano nell’urna “illegale”

Referendum per le Autonomie: Maroni: Voto elettronico RPI scrive a Mattarella e chiede annullamento del Referendum in Lombardia

Comunicato:

Referendum per le Autonomie: Maroni: Voto elettronico RPI scrive a Mattarella e chiede annullamento del Referendum in Lombardia.

La Presidente Graziella Vallelunga (Paola) ed il Segretario politico nazionale Francesco Maurizio Mulino di RPI Rinnovamento per l’Italia (Sostenitori della nazione), hanno scritto oggi al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella chiedendo l’annullamento del Referendum per le Autonomie in Lombardia.

Le motivazioni:

La tematica dell’Autonomia delle Regioni a noi sta a cuore, pensiamo che lo Stato abbia concesso sin troppo alle Regioni in termini di autonomia, a scapito dell’Amministrazione Politica-economica centrale dello Stato, ma lasciando correre

Read moreReferendum per le Autonomie: Maroni: Voto elettronico RPI scrive a Mattarella e chiede annullamento del Referendum in Lombardia

Mulino e Vallelunga: #Rosatellum: strumento della grande coalizione #PD #FI #LegaNord per la lotta contro il #M5S

[breaking_news_ticker id=”1″ t_length=”35″ bnt_cat=”3″ post_type=”post” title=”Breaking News” show_posts=”5″ tbgcolor=”222222″ bgcolor=”333333″ bnt_speed=”500″ bnt_direction=”up” bnt_interval=”3000″ border_width=”0″ border_color=”222222″ border_style=”solid” border_radius=”0″ show_date=”show” date_color=”b23737″ controls_btn_bg=”dd3333″ bnt_buttons=”on”]

 

Il Rosatellum è lo strumento elaborato dal Partito Democratico, da Forza Italia e dalla Lega Nord per contrastare e limitare il pericoloso numero di consensi che almeno sulla carta appare avere il Movimento 5 Stelle.

Precisiamo che Rinnovamento per l’Italia (Sostenitori della Nazione) ed il Movimento dei Grillini somo politicamente molto distanti, la loro visione di un moderno Stato comunista non ci appartiene e anche se lo mascherano dicendo che sono il Movimento del Popolo, di fatto fanno una politica comunista dalle idee confuse improduttive ed inutili per un Paese che ha voglia di riscatto sociale e ripresa economica, ma quando si vedono queste porcate ai danni del Popolo non si può stare zitti, una legge elettorale fatta palesemente contro i Grillini da coloro che già da tempo (Nazzareno e forse da prima), hanno quotidianamente ed ampiamente dimostrato di essere dalla stessa parte, PD, FI, Lega sono di fatto una sola orchestra guidata da uno sparuto gruppetto di potenti assoggettati alle necessità del potere economico Tedesco, del quale ne è portatrice di interessi la Cancelliera Angela Merkel.

Il Paese va verso una chiara strada tracciata dalla necessità di garanzie che vogliono Merkel 6 C. , garanzie alle quali  Renzi, Berlusconi, Salvini ed altri  sono favorevoli, così Merkel-dipendenti da varare in un momento politico già travagliato da Governi non eletti dal Popolo (imposti in-costituzionalmente, allo scopo di garantire l’attuazione di Leggi e Misure di utilità straniera e non nazionale), una Legge Elettorale con lo scopo di favorire l’Istituzione di Governi composti da tutte le forze politiche Merkel-collaborative (PD; FI; LEGA; Alfano ecc..), in grado di garantire una continuità Governativa Italiana che sia oppressiva nei confronti del Popolo e soppressiva dei suoi valori di unità e di appartenenza allo Stato, favorendo nel contempo il continuo ingresso di extracomunitari che versano in condizioni di povertà, togliere agli italiani per dare agli extraeuropei con il fine di creare una sorta di livella e di Stato (Italiano) che sia in grado di fare da filtro ai problemi esterni dell’UE. Il Popolo italiano si vede sempre più tassato, sempre più privato delle Libertà, sempre più beffeggiato, rischiando di diventare quello che io purtroppo definisco, la discarica Europea.

I Grillini perdono solo la possibilità di “Governare” il Paese, con il Rosatellum è il Popolo che perde la possibilità di essere Governato democraticamente e non dittatorialmente da soggetti esterni che non sono neanche appartenenti all’Italia, ma ne sfruttano solo le caratteristiche, geografiche e quelle di una classe politica partitica e di governo lontana KM da quelli che si possono definire STATISTI.

Abbiamo già visto come sono andate le elezioni a Milano, Roma ed in altre Città è la certezza che i cittadini recandosi alle Urne il giorno delle elezioni esprimano il loro volere, il loro voto  e che quest’ultimo sia poi conteggiato come legge prevede, noi non c’è l’abbiamo, anzi possiamo dire con convinzione che il diritto di voto libero è certo in Italia, non è garantito! 

Soluzioni proposte da Rinnovamento per l’Italia? senza l’aiuto del Popolo? poco e nulla, continueremo a lottare per il Paese, niente però che noi si possa fare da soli, continueremo ad informarvi ed a cercare per quello che legge consente ad obbligare gli eletti e le amministrazioni della cosa pubblica a fare quello che devono fare negli interessi del Popolo e qui, a volte ci riusciamo e purtroppo a volte NO!

SOSTENITORI DELLA NAZIONE

Rinnovamento per l’Italia

La Presidente (Paola) Graziella Vallelunga

Il Segretario politico nazionale Francesco Maurizio Mulino

www.agenflash.it

www.rinnovamentoxlitalia.it

#IlTricolorenonsivende

Referendum Autonomia Veneto Lombarda VOTA NO!

Non è passato molto tempo da quando la Lega Nord propose il Parlamento Padano, l’Autonomia Veneto-Lombarda che avrebbe consentito agli amministratori delle Regioni la gestione di un maggior flusso di denaro, non dovendo (se passava) inviare il denaro a Roma, denaro che consente il mantenimento dell’unità dello Stato, delle sue Regioni e Comuni, laddove vi sono forti difficoltà con quel denaro lo “Stato interviene”… , Ora la Lega ci riprova con il #ReferendumAutonomia , se passa il SI la classe politica regionale potrà non pagare Roma ed affermare l’AUTONOMIA POLITICO-AMMINISTRATIVA di Veneto e Lombardia rispetto alle altre Regioni d’Italia. Un frazionamento del Paese che non ha da esistere, che divide il Paese che intraprende una strada pericolosa, cioè quella di vedere in un prossimo futuro il Tricolore, sventolare da Roma in giù, da Roma in su ci penserà la Lega con la bandiera Padana, in meridione già in difficoltà per tutti i denari destinati ma mai arrivati, resterà più affamato e discriminato, due nuove classi sociali, Nord e Sud, una vecchia storia che mina i fondamenti dello Stato stesso. Per tali motivi Rinnovamento per l’Italia voterà NO al Referendum per le autonomie e per tali motivi restiamo basiti dal vedere che il centrodestra, in particolare la DESTRA sostengano la Lega secessionista al Referendum che potrebbe aprire la strada all’ulteriore frazionamento politico, amministrativo e sociale del Paese. L’unica motivazione che spinge i Partiti di destra a rinnegare il loro credo è la concessione da parte di Matteo Salvini di qualche poltrona alle prossime elezioni politiche nazionali, a Giorgia Meloni, Storace, Allemanno ed agli altri diciamo: #Il Tricolorenonsivende , Voi non rappresentate il Popolo di Destra, la vostra politica parla per voi, la Lega Nord e peggio del PD, il PD Governa male e crea squilibri la Lega invece vuole dividere il Paese per crearsi quella roccaforte dell’asse Veneto/Lombardo garanzia per la sopravvivenza ed il futuro politico- economico del Partito, ma non del Popolo che si troverà di fatto sotto la dittatura dei secessionisti.

RINNOVAMENTO PER L’ITALIA  noi di destra diciamo:

#IlTricolorenonsivende

#ReferendumAutonomie  VOTA NO!

Presidente Paola Graziella Vallelunga

Segretario politico Francesco Maurizio Mulino

 

Agenflash www.agenflash.it

Rinnovamento per l’Italia www.rinnovamentoxlitalia.it

it Italiano
Vai alla barra degli strumenti