Presidente Vallelunga – Sanità Lombarda; non funziona, occorre una task force formata da cittadini

La Presidente Paola Graziella Vallelunga, pone l’accento sul forte declino che sta avendo in questi ultimi anni la Sanità Lombarda .
La Sanità in Lombardia ai tempi di Mantovani era più attenta alle esigenze dei cittadini rispetto a quelle delle aziende sanitarie ,oggi, con Gallera invece i cittadini stanno subendo molte più difficoltà ad ottenere le cure necessarie nei tempi previsti e nella propria città.

Read morePresidente Vallelunga – Sanità Lombarda; non funziona, occorre una task force formata da cittadini

Si cambia? Noi Sostenitori della nazione Italia diciamo no! siamo in agitazione!

 

Si cambia? Noi Sostenitori della nazione Italia diciamo no! siamo in agitazione! 

Si cambia… da un territorio diviso in tanti Regni, Ducati ecc.. siamo passati con il sacrificio di molte vite ad una nazione unità, LA REPUBBLICA DEMOCRATICA ITALIANA, suddivisa in Regioni, Provincie e Comuni.

La classe politica decise con discutibili colpi di mano di annullare il potere politico delle Provincie in maniera da ottenere in un primo momento una Nazione formata da Comuni e Regioni, alcune Regioni ottennero lo Statuto speciale ed una Autonomia che in qualche modo le lega ancora allo Stato italiano, altre si stanno accingendo a chiedere l’autonomia come Veneto e Lombardia, non con un plebiscito del 70/80% degli abitanti le Regioni come sarebbe stato accettabile anche da noi sostenitori della nazione, ma con manovre politiche subdole, non

Read moreSi cambia? Noi Sostenitori della nazione Italia diciamo no! siamo in agitazione!

#IlTricolorenonsivende

Referendum Autonomia Veneto Lombarda VOTA NO!

Non è passato molto tempo da quando la Lega Nord propose il Parlamento Padano, l’Autonomia Veneto-Lombarda che avrebbe consentito agli amministratori delle Regioni la gestione di un maggior flusso di denaro, non dovendo (se passava) inviare il denaro a Roma, denaro che consente il mantenimento dell’unità dello Stato, delle sue Regioni e Comuni, laddove vi sono forti difficoltà con quel denaro lo “Stato interviene”… , Ora la Lega ci riprova con il #ReferendumAutonomia , se passa il SI la classe politica regionale potrà non pagare Roma ed affermare l’AUTONOMIA POLITICO-AMMINISTRATIVA di Veneto e Lombardia rispetto alle altre Regioni d’Italia. Un frazionamento del Paese che non ha da esistere, che divide il Paese che intraprende una strada pericolosa, cioè quella di vedere in un prossimo futuro il Tricolore, sventolare da Roma in giù, da Roma in su ci penserà la Lega con la bandiera Padana, in meridione già in difficoltà per tutti i denari destinati ma mai arrivati, resterà più affamato e discriminato, due nuove classi sociali, Nord e Sud, una vecchia storia che mina i fondamenti dello Stato stesso. Per tali motivi Rinnovamento per l’Italia voterà NO al Referendum per le autonomie e per tali motivi restiamo basiti dal vedere che il centrodestra, in particolare la DESTRA sostengano la Lega secessionista al Referendum che potrebbe aprire la strada all’ulteriore frazionamento politico, amministrativo e sociale del Paese. L’unica motivazione che spinge i Partiti di destra a rinnegare il loro credo è la concessione da parte di Matteo Salvini di qualche poltrona alle prossime elezioni politiche nazionali, a Giorgia Meloni, Storace, Allemanno ed agli altri diciamo: #Il Tricolorenonsivende , Voi non rappresentate il Popolo di Destra, la vostra politica parla per voi, la Lega Nord e peggio del PD, il PD Governa male e crea squilibri la Lega invece vuole dividere il Paese per crearsi quella roccaforte dell’asse Veneto/Lombardo garanzia per la sopravvivenza ed il futuro politico- economico del Partito, ma non del Popolo che si troverà di fatto sotto la dittatura dei secessionisti.

RINNOVAMENTO PER L’ITALIA  noi di destra diciamo:

#IlTricolorenonsivende

#ReferendumAutonomie  VOTA NO!

Presidente Paola Graziella Vallelunga

Segretario politico Francesco Maurizio Mulino

 

Agenflash www.agenflash.it

Rinnovamento per l’Italia www.rinnovamentoxlitalia.it

MILANO – PRESIDENTE VALLELUNGA – RICHIESTA ACCESSO ATTI PRESSO REGIONE LOMBARDIA E COMUNE MILANO – POLVERI SOTTILI

Regione Lombardia Presidente Maroni
Ass Claudia Maria Terzi
Via Pec e via email Comune di Milano – Signor Sindaco Pisapia

segreteria_assterzi@regione.lombardia.it ambiente@pec.regione.lombardia.it

protocollo@postacert.comune.milano.it presidenza@pec.regione.lombardia.it

Oggetto :Richiesta di accesso agli atti certificazione dell ‘omologazione delle centraline nell’ interesse pubblico diffuso a Tutela della salute pubblica dei cittadini Lombardi / richiesta di accesso agli atti per documento approvato del Piano regione Lombardia e accesso ad eventuali Ordinanze del Sindaco di Milano

Gentile Presidente Maroni, Ass Terzi e Signor Sindaco Pisapia
Facendo riferimento alla mia PEC inviata Lun 28/12/2015 05:54 alle Vs spett.Li Autorità Politiche con la quale chiedevo informazioni dettagliate e formalizzavo contemporanea richiesta di accesso agli atti si specifica che a causa di malori che ci sono stati segnalati da alcuni cittadini nei giorni scorsi (tosse problemi cardiaci e respiratori ) si richiede alle Vs Spett.li Autorità Politiche :
Alla regione Lombardia la visione delle certificazioni delle Omologazioni delle centraline che rilevano i dati delle Polveri sottili e i relativi piani già approvati (se già approvati ) dalla regione Lombardia precedentemente al Blocco auto menzionati dal Presidente Maroni nei Tg (quando dice che è l unica Regione dotata di un piano ) a tutela della salute pubblica
Al Comune di Milano le rispettive Omologazioni delle centraline che rilevano i dati delle Polveri sottili e le eventuali Ordinanze precedenti al Blocco auto sia emanate tra Ottobre e Dicembre a tutela della salute pubblica
per scongiurare problemi di salute essendo possibile conoscere le previsioni meteo con molto anticipo.

La richiesta è supportata dalle normative vigenti già espresse nel Documento già inviato in data Lun 28/12/2015 05:54 e che per opportuna presa visione Vi re invio .
Si richiede inoltre a livello sanitario che misure cautelative sono state prese ( cosi come prevede il decreto ) in favore degli anziani, bambini e soggetti deboli con problematiche respiratorie etc.
Si attende di essere convocati come Partito rinnovamento per l Italia anche in Tavoli di discussione in favore della salute pubblica cosi come anche questo già formalizzato secondo normative in vigore nella precedente comunicazioni.
Si attende una risposta immediata a tale richiesta considerato che la tutela della salute pubblica in materia di inquinamento ha tempi piu ristretti dei 30 giorni … Qualora non venisse fornita alcuna risposta comunque entro 30 giorni si rappresenta alla Regione Lombardia che il partito potrebbe impugnare l eventuale silenzio e valutare le relative norme del Codice Civile e penale per sporgere formali denunce alle autorità essendo che già per la precedente email inviate alla Regione Lombardia non è stato fornito alcun numero di protocollo dagli uffici riceventi riguardando altre questioni nè risposte ma in particolare anche riguardo questa questione non essendo una semplice email ma una specifica richiesta in materia di salute pubblica che va tutelata e che è molto ben normata e tutelata

Ps. Restando quindi in attesa di risposta alla precedente email del 28/12/2015 05:54 che comunque verrà allegato alla presente , si inviano i più cordiali saluti
Partito Politico Rinnovamento per l ‘italia
Presidente P. G. Vallelunga

it Italiano
X