Segretario Mulino: holding-scatole cinesi e Ambiente

Il Decreto legislativo n. 58 del 24 febbraio 1998, meglio conosciuto come Legge Draghi (dal nome del suo ideatore, Mario Draghi), non vieta il sistema delle scatole cinesi. Uno degli stratagemmi più adottati è quello di strutture societarie di diverse dimensioni collegate una all’altra. Alcune holding, detengono una quota di maggioranza di una società più piccola che, a sua volta, è controllante di una ulteriore società, e così via.
Questo sistema consente alla holding di operare decisioni in società di cui possiede percentualmente una piccola quantità di capitale sociale. Ma quando parliamo di Ambiente la faccenda diventa complessa e oscura, nei prossimi giorni, cercheremo di capire se le Holding in Italia oltre a controllare le “scatole cinesi” economicamente, le controllano nel loro operato. Pensiamo ad una discarica da Bonificare ed a tutte le fasi che ci sono fino all’avvenuta bonifica, questi i parametri di valutazione:

  • tempo trascorso dall’inizio dei conferimenti;
  • spessore minimo e massimo dei rifiuti presenti nella discarica;
  • materiali usati come copertura durante la vita della discarica;
  • spessore e tipi dei materiali usati per la copertura definitiva;
  • quantità e qualità del percolato prodotto;
  • volume dei rifiuti presenti;
  • presenza o meno di altri rifiuti;
  • superficie della discarica;
  • piovosità della zona.

se le cose fossero fatte bene… è possibile ottenere un beneficio, ad esempio applicando le seguenti modalità di intervento:

  • riduzione del volume dal 20% al 45%;
  • eliminazione dei cattivi odori, degli insetti e dei roditori;
  • riduzione del percolato e del suo carico inquinante;
  • possibilità immediata di rimboschimento dei rifiuti trattati;
  • la discarica diviene un deposito di fertilizzante organico, totalmente privo di fitotossicità;
  • tutti i processi lavorativi si svolgono senza produzioni significative di gas maleodoranti.

ma ci possiamo fidare delle “scatole cinesi italiane”? come dice spesso la Ns. Presidente Paola Vallelunga, cercheremo di capirlo è vi informeremo, al più presto, salvo ostruzionismi…

Il Segretario nazionale Mulino Francesco Maurizio